Venerdì, il 09 febbraio 2018
COMMEMORAZIONE SOLENNE DELLA PASSIONE

Venerdì, il 09 febbraio 2018
COMMEMORAZIONE SOLENNE DELLA PASSIONE
Titolo della Congregazione

San Paolo della Croce, con la lettera del 27 settembre 1758, sollecitava alcuni religiosi a comporre i testi per la celebrazione della solennità della Passione. Fu padre Tommaso Struzzieri a redigere il testo. Il desiderio di Clemente XIV di estenderlo a tutta la Chiesa, ne fece ritardare l’approvazione, che avvenne il 10 gennaio 1776 alcuni mesi dopo la morte del nostro santo Padre. Il titolo della Congregazione della Passione, fu celebrato sempre solennemente come espressione del nostro carisma e della nostra missione nella Chiesa
La Passione di Gesù, nella sua dimensione più ampia, comincia con l’incarnazione e termina con l’ignominia della croce (Fil 2,6-8; cfr. Eb 13,13). Essa è opera della Trinità: del Padre, il quale «ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito» (Gv 3,16); del Figlio, il quale, «avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine» (Gv 13,1); dello Spirito Santo, che il Figlio invia dal Padre (Gv 15,26), nell’ora della sua glorificazione (Gv 7,39; 19,30). Ogni volta, poi, che mangiamo il pane e beviamo al calice, annunciamo la morte del Signore, finché egli venga (1Cor 11,26). Fare memoria della Passione del Signore significa portare «sempre e dovunque nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo» (2Cor 4,10).

Preghiera
O Padre,
che hai dato come modello agli uomini
Gesù Cristo nostro salvatore,
fatto uomo e umiliato fino alla morte di croce,
concedi a noi,
che celebriamo la solenne commemorazione della sua Passione,
di avere sempre presente questa suprema prova di amore,
per partecipare alla gloria della risurrezione.
Per Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

Comments

comments

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com